Mazzarella Press Office

EMP 1

venerdì 14 luglio 2017

MUNICIPAL WASTE - Slime and Punishment

Nuclear Blast
Gli americani Municipal Waste sono tornati con la loro carica devastante di puro hc/thrash, si sente che i nostri sono cresciuti a pane e Nuclear assault, Dri, Sod e bellezze assortite. Tony Foresta e co. sono dal vivo una forza della natura, che a base di sudore e watt danno uno scossone senza compromessi perché la stessa formula che loro diffondono con vigore non vuole niente altro che pura intransigenza sonora;”Breathe grease” è un proiettile ad alto voltaggio elettrico, batteria spedita, riffing grattati, cori e voce scartavetrata e poi un mid tempo terremotante per scatenare il mosh sotto il palco; e “Enjoy the night” segue a ruota perché è la formula stessa che ha regole precise, velocità e furore in pochi minuti, una manciata ma come dio comanda; ”Dingy situations” è un mid tempo thrash/hc con riff scartavetranti che vogliono solo sano headbanging e un breve solo.

”Poison the preacher” è puro thrash metal, doppia cassa a tavoletta, riff al calor bianco, grida di guerra e ritornello che ti entra in testa, per poi rallentare a metà del brano, gli Anthrax odierni pagherebbero oro per scrivere un brano così; e non manca nemmeno l’umorismo, cifra dei nostri come nel brano “Bourbon discipline”,mid tempo veloce, che accellera all’improvviso con cori da strada e pugno alzato; questo è puro hardcore, sudato, rabbioso e senza compromessi; la titletrack è un perfetto up tempo hc/thrash, graffiante, pieno di elettricità e aggressivo; ”Under the waste commande” è un up tempo strumentale, qui si sente la carica thrash metal dei nostri, che cambia marcia e tempo con solos armonizzati, cavalcata graffiante come un rasoio; la conclusiva “Think fast” promette ciò che dice, ovvero pensa veloce; se all’inizio è un mid tempo thrash, con il basso a dare il la a tutto, un coro da battaglia apre le danze ad un accelerazione a rotta di collo in puro stile hc. Un disco perfetto per chi vuole solo tre cose: integrità, potenza e tanto, tanto sudore; i nostri non inventano nulla, ma la sanno fare bene; si sente che amano questo genere e credetemi che ci sanno veramente fare, perciò mano al portafogli. 

Voto: 8/10  

Matteo”Thrasher80” Mapelli